Time Warp: 20 anni di festival

Questa è la recensione disegnata di Time Warp attraverso le facce di alcuni dei suoi protagonisti: Laurent Garnier, Josh Wink, Ricardo Villalobos, Sven Vath, Richie Hawtin, Carl Cox, Chris Liebing. Time Warp è il disegno #14 per la rubrica Dischi Disegnati su Soundwall Time Warp su Dischi Disegnati

Time Warp è un festival di musica elettronica la cui prima edizione risale al 1994. Il festival è stato fondato da Robin Ebinger e Steffen Charles che hanno creato una ricetta semplice ma efficace: un cast di dj/produttori composto da vecchi e nuovi nomi della scena techno in grado di far ballare senza sosta migliaia di persone. Le varie edizioni si sono svolte in differenti location: si è ballato in Germania e Olanda ma anche nella Repubblica Ceca, in Austria e dal 2011 finalmente in Italia. L’organizzazione è impeccabile e presta grande attenzione allo show con sale caratterizzate da scenografie e design multimediale di grande impatto.

Come risultato Time Warp vanta 20 anni di onorata carriera con centinaia di migliaia di partecipanti e una lista di dj/produttori lunghissima.

Troviamo i classici Sven Vath, Richie Hawtin, Ricardo Villalobos, Carl Cox insieme a centinaia di altri nomi (su Wikipedia trovate una scheda riassuntiva). No, niente ricerca di nuove tendenze o esplorazione di nuovi confini musicali: Time Warp vuole far ballare e divertire la gente a suon di cassa dritta e a quanto pare in questi anni ci è riuscito benissimo.

Sul nuovo sito del festival (www.time-warp.de) è presente una bella sezione “storica” con tutte le edizioni del festival e numerosi video che raccontano, meglio di tante parole, l’evento: www.time-warp.de/history/2013-mannheim/index_eng.html

Vi consiglio anche una bella intervista su Soundwall a Robin Ebinger, fondatore di Time Warp (www.soundwall.it/robin-ebinger-lets-do-the-time-warp-again-and-again/) e la recensione dell’edizione italiana del 2012 (www.soundwall.it/time-warp-italy-2012-la-strada-e-quella-giusta/), tenuta a Milano alla fiera di Rho.

Dischi Disegnati racconta la musica elettronica con disegni, numeri, curiosità, info inutili: recensioni disegnate, remix a fumetti, infocomix musicali.